Reati Societari

Reati Societari

Nella disamina del diritto c.d. penale d’impresa bisogna sin dal primo momento tenere a mente che la materia spalanca vasti scenari e le fattispecie di reato che sono riconducibili a quello che volgarmente viene definito il “diritto penale bianco” sono estremamente eterogenee. Tutte però sono state improntate ed approntate dal legislatore al fine di poter tutelare il risparmio, esercitare il controllo del credito e dell’investimento azionario, tutelare la corretta allocazione delle risorse pubbliche e più in generale tutelare l’economia pubblica.

Interessati dai reati societari sono spesso quei soggetti che si trovano all’interno delle singole realtà economico produttive e che al loro interno svolgono una funzione apicale. Tali soggetti infatti assumono una posizione di garanzia nei confronti di eventuali atti illeciti, tanto che infatti la posizione dell’amministratore di diritto è ormai pacificamente assimilabile a quella dell’amministratore di fatto.

Ma vi è di più: nel diritto penale d’impresa infatti si affaccia una nuova ipotesi di responsabilità, sconosciuta nel diritto penale “comune”, ossia la responsabilità da reato degli enti ex d. lgs. 231/01 – per cui anche la società nel cui interesse viene commesso il reato, sarà passibile di sanzioni.

I reati societari spaziano dunque da reati a tutela della trasparenza societaria e del capitale sociale (come il famigerato c.d. “falso in bilancio”), a reati tributari, fallimentari, al delitto di riciclaggio, usura ed infine i reati in materia di mercati finanziari.

Contattaci




Selezionando questa voce accetti le condizioni esposte nella privacy policy *