Categoria: Pareri e Risorse

Guida in stato d’ebbrezza e sotto l’influenza di stupefacenti: gli esami in Pronto Soccorso

Guida in stato d’ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti: quando sono validi gli accertamenti in Pronto Soccorso? Spesso capita, in materia di accertamento dei reati di cui agli artt. 186 e 187 CdS, che a seguito dell’intervento delle forze di Polizia in caso di trasporto in Pronto Soccorso, vengano effettuati esami poi rilevanti ai […]

L’onore e la reputazione in ambito penalistico: il reato di diffamazione

Nel codice penale l’onore è tutelato principalmente attraverso il reato di diffamazione (art. 595 c.p.). L’ingiuria di cui si è parlato in questo articolo, è stata depenalizzata nel 2016. Per aversi la diffamazione, la comunicazione che offende l’onore o il decoro di un soggetto, deve essere diretta a più persone ed offendere la persona assente. […]

Il decesso di un paziente ricoverato in ospedale, che fugge per omessa vigilanza. Chi risponde?

In caso di responsabilità omissiva per individuare i responsabili è necessario fare riferimento a coloro i quali ricoprono una posizione di garanzia, e per individuare tale posizione di garanzia è necessario a sua volta fare riferimento alle norme che regolano il rapporto giuridico (anche di natura pattizia, come il contratto di ricovero). L’accettazione del paziente […]

Il reato di maltrattamenti in famiglia: quid iuris in caso di più episodi distinti di violenza, a distanza di tempo?

In un recente caso trattato dallo Studio è stato necessario ripercorrere gli elementi costitutivi del reato di maltrattamenti in famiglia. Il caso presentava la situazione di una coppia sposata che attraversava da diversi anni una crisi affettiva e relazionale. In particolare, negli ultimi tre anni, erano avvenuti diversi litigi fra l’uomo e la donna, tre […]

La responsabilità medica d’équipe: la figura del secondo chirurgo

Il secondo chirurgo, unitamente al capo équipe è tenuto al rispetto della leges artis non essendo un mero esecutore di ordini altrui, ma richiedendo anche a questi la condivisione delle scelte terapeutiche del primo chirurgo. Il secondo chirurgo ha il dovere di contribuire al trattamento sanitario, di verificare la validità di eventuali istruzioni ricevute, ed […]

Omissione del consenso informato ed esito infausto del trattamento: ipotesi di responsabilità medica dolosa

Il consenso informato si inserisce  nella tutela del paziente nell’ambito della relazione medica, ove al dominio del giudizio competente del professionista, si deve affiancare la scelta libera e consapevole del paziente, puntualmente e specificatamente informato delle conseguenze e dei rischi del trattamento cui si sta sottoponendo. Le informazioni rese attraverso la mera sottoposizione al paziente […]

La causa di esclusione della punibilità prevista dall’art. 599 c.p. in tema di diffamazione

La causa di non punibilità della provocazione, prevista nei delitti contro l’onore dall’art. 599 c.p., dovuta allo stato d’ira determinato dal fatto ingiusto altrui, è ravvisabile ogniqualvolta il soggetto attivo ponga in essere la condotta astrattamente offensiva mosso da uno stato d’animo direttamente riconducibile ai fatto altrui che, sebbene non illecito o illegittimo, si delinei […]

Il fermo amministrativo del veicolo per debiti con le pubbliche amministrazioni

Il fermo amministrativo è un atto con il quale le pubbliche amministrazioni per il tramite degli enti per la riscossione (i.e. Equitalia fra tutti), in caso di debito del cittadino superiore ad € 50,00, dispongono il blocco del veicolo a motore, impedendo al proprietario di servirsene fintanto che il debito non sarà estinto. Il veicolo […]

I reati propri degli extracomunitari

Il Testo Unico delle Leggi sull’Immigrazione, modificato da ultimo dal D.L. 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla L. 15 ottobre 2013, n. 119 delinea il sistema giuridico inerente ai reati che afferiscono ad i soggetti definibili come “extracomunitari”. In altre parole si tratta di reati propri, ossia reati che possono essere commessi soltanto da colui che rivesta […]

L’obbligo di motivazione dei provvedimenti nel diritto tributario, e l’onere di allegazione dell’atto cui si fa riferimento

La Corte costituzionale con la sentenza n. 310/10 ha affermato che l’obbligo di motivare i provvedimenti amministrativi sancito dall’art. 3 della legge n. 241/1990 è diretto a realizzare la conoscibilità, e quindi la trasparenza, dell’azione amministrativa. Il principio trova le proprie radici negli artt. 97 e 113 Cost. quale corollario dei principi di buon andamento e […]